<

twitter roundedinsta roundedrounded youtube

20-03-2023 Operazione antidroga della Compagnia di Civitanova Marche in un bar della città.

Due tunisini denunciati a piede libero e altri due segnalati alla Prefettura per uso personale di stupefacenti. Tre di essi sono stati espulsi dal territorio nazionale perché non in regola con il permesso di soggiorno. Nell’ambito dei servizi di controllo economico del territorio, finalizzati al contrasto dei traffici illeciti in genere, con particolare riguardo a quelli riguardanti lo spaccio di sostanze stupefacenti, i militari della Compagnia di Civitanova Marche, coadiuvati dall’unità cinofila, hanno assistito “in diretta”, nei pressi di un bar della città, alla consegna di un involucro, tra due soggetti, con fare furtivo, rivelatosi contenere, dalle conseguenti attività di controllo svolte, 0,5 grammi di cocaina.
Dagli ulteriori approfondimenti esperiti nella flagranza di reato, nonché attraverso l’ausilio delle banche dati in uso al Corpo, i Finanzieri hanno altresì potuto rilevare come sia il cedente che il cessionario, entrambi di nazionalità tunisina, fossero destinatari del decreto di espulsione a firma del Prefetto di Macerata. Pertanto, i due sono stati condotti, previa emissione di apposito provvedimento di trattenimento da parte del Questore di Macerata, presso il Centro di Permanenza Temporanea di Potenza, in attesa dell’esecuzione dell’espulsione.
Nel corso del servizio, i Finanzieri hanno altresì sottoposto a controllo, sempre all’interno del succitato bar, altri 2 uomini, anch’essi di nazionalità tunisina, che alla vista degli stessi e del cane antidroga avevano manifestato un atteggiamento irrequieto e nervoso. Uno dei due è risultato occultare, all’interno della cavità orale, 17 dosi di eroina, per un totale di 6,5 grammi, nonché detenere, in tasca, 1,35 grammi di hashish.
L’altro soggetto, invece, oltre ad essere stato trovato in possesso di 0,60 grammi di hashish, non è risultato in regola con il permesso di soggiorno. Pertanto, a suo carico sono stati parimenti emessi il decreto di espulsione dal territorio nazionale e l’ordine di lasciare il territorio nazionale, rispettivamente a firma del Prefetto e del Questore.
Le sostanze stupefacenti sono state sottoposte a sequestro. Dei quattro fermati, due sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica, rispettivamente per spaccio e per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio, mentre gli altri due sono stati segnalati alla Prefettura per uso personale.
L’operazione di servizio in parola si inserisce in un più ampio dispositivo di controllo finalizzato a prevenire e contrastare i traffici illeciti e il fenomeno dell’immigrazione clandestina: il Corpo, ha sottolineato il Col. t. SFP Ferdinando Falco, concorre alla sicurezza interna ed esterna del Paese, mediante attività investigative e altri interventi ispettivi riconducibili alle funzioni e alle responsabilità “strutturalmente” attribuite alla Guardia di Finanza quale polizia giudiziaria a competenza generale e Forza di Polizia.

Pin It
Studio 7 TV

RADIO STUDIO7 direttatv

 Video

seguici su facebook