<

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google

Lazzaro Gaetano

Sfatare un trend negativo contro le squadre dell'Emilia Romagna è il primo obiettivo della Medea Montalbano e, con esso, trovare il primo successo del 2016 dopo due stop consecutivi nella prossima partita, ultima del girone di andata, sabato 23 gennaio alle 18 al Fontescodella. A Carpi è arrivata la quarta sconfitta contro le squadre emiliane (Modena Est, Reggio Emilia, Conselice, Carpi) e la seconda dall'inizio del nuovo anno, con una prestazione contraddistinta ancora una volta da troppi alti e bassi e da un calo di tensione fatale nel secondo set, con un filotto di sette punti subiti che ha ribaltato un parziale che sembrava già scritto in favore dei bianco verdi.

Rimane questo l'aspetto più evidente sul quale lavorare per lo staff tecnico nel tentativo di dare continuità alle buone cose che la squadra riesce ad esprimere quando trova costanza e limita al minimo gli errori. Contro la Niagara Ferrara servirà un'impresa perchè gli estensi sono al quarto posto in classifica, in piena zona play off, e vengono da un periodo di risultati e prestazioni molto positive.
La Niagara 4 Torri Ferrara, formazione che vanta una lunga tradizione sportiva, le cui origini si perdono nel primo dopoguerra con la fondazione nel 1947. Gli estensi militano con costanza in serie B1 da qualche stagione e lo scorso anno hanno chiuso al decimo posto il girone B con 35 punti. In estate il sodalizio estense ha puntato sulla riconferma di buona parte del gruppo dello scorso anno, con l'inserimento di alcuni elementi di provata caratura tecnica e giovani di ottime prospettive, con l'obiettivo di centrare la zona play off e porre solide basi tecniche anche per l'immediato futuro. Tra i volti nuovi di questa stagione ci sono l'opposto Alessandro Drago, ex Monselice, lo schiacciatore classe '95 Alberto Bortolato, da Treviso, il libero ex Spoleto Leonardo Di Renzo e il centrale Francesco Boscolo, anche lui ex Monselice. Un rinforzo in ogni reparto per la nuova guida tecnica, l'ex centrale della Lube Banca Marche dal 1998 al 2000, Marco Martinelli, con esperienze in panchina tra A1 come vice di Roberto Santilli, B1 a Genova e B2.
La Medea ha già dimostrato di sapersi esaltare contro le squadre di alta classifica e di saper giocare alla pari con tutti. Oggi servirà una di queste giornate di grazia per strappare un risultato positivo.

Pin It
Studio 7 TV

Video

seguici su facebook

coming soon

FOX magazine

Meteo Marche

sempre con te

 

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google