<

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google

Videx Vs Massa

VIDEX... LA FEBBRE DEL SABATO SERA!

Al termine di una settimana difficile, la Videx si regala una vittoria pesantissima contro un avversario di primissimo livello e consolida un primato merito di un gruppo davvero importante.

M&G VIDEX - PALLAVOLO MASSA 3-0

M&G VIDEX: Vecchi R. 15, Tomassetti 8, Hendriks 15, Thiaw 4, Salgado 10, Cecato 1, Gabbanelli (L) 93%. N.e.: Minnoni, Vecchi E., Pison, Paris, Brandi. All. Ortenzi-Cruciani

PALLAVOLO MASSA: Riviera 2, Cannistrà 16, Agostini 3, Nannini 6, Ragosa, Colombini 7, Grassini (L) 65%, Sarpong 3, Bernieri. N.e.: Masini, Briglia. All. Masini-La Ferla

Parziali: 25-20, 25-23, 25-15
Arbitri: Rossetto - Serafin di Treviso
Statistiche Videx: errori in battuta 11, aces 6, muri punto 2
Statistiche Massa: errori in battuta 9, aces 1, muri punto 6

Grottazzolina - Un laconico Woody Allen, tempo fa, fece un paragone esilarante per descrivere la sfortuna: disse che "i guai sono come i fogli di carta igienica: ne prendi uno, ne vengono dieci".
Sembra assurdo usare queste parole per descrivere una vittoria, netta e rotonda, come quella che ha visto la Videx trionfare davanti al proprio pubblico contro Massa, terza forza del campionato. Eppure la settimana vissuta dai grottesi è stata realmente surreale, a pensarci, e se si fosse trattato di un film, certamente sceglieremmo "La febbre del sabato sera": Gabbanelli fuori fino a giovedì scorso per influenza, fa appena in tempo a rientrare in gruppo per "darsi il cambio" con Paris che, pur presente in panchina per aiutare moralmente i propri compagni, deve comunque dare forfait per effetto di una febbre che lo debilita proprio da giovedì scorso; per non farsi mancare nulla si aggiunge loro, all'ultimo, anche capitan Girolami, senza contare che Niki Hendriks aveva accusato qualche (per fortuna) flebile sintomo influenzale alla vigilia del match. Se c'è una cosa, però, che contraddistingue i gruppi solidi, è senz'altro il fatto di non cercare mai alibi, anche quando tutto sembra andare storto. Ed il gruppo Videx, stasera, si è dimostrato granitico come non mai, tirando fuori il meglio da un incontro che nascondeva ben più di un'insidia già di suo, alla vigilia. Massa veniva infatti da uno straordinario momento di forma, che ha visto la compagine di Masini perdere solo 3 volte sino a ieri, esattamente come le prime della classe Grotta e Spoleto. Una squadra solida, quadrata e tremendamente efficace il cui valore è ben testimoniato dal terzo posto in graduatoria. Di contro una Videx ferita dalla sconfitta di Grosseto di quindici giorni fa, e reduce da una settimana di pausa da cui è sempre difficile ripartire, per tutti. Che la squadra di Ortenzi, nonostante tutto, fosse in un buon momento di forma era emerso però già nel test infrasettimanale di Porto Potenza, che aveva visto i grottesi imporsi contro i quotati "cugini marchigiani" di Serie A2. Bella la cornice di pubblico nell'impianto di Via Fonte San Pietro, pronta a sostenere i propri beniamini. Masini si affida in partenza alla diagonale Ragosa-Cannistrà, Colombini e Agostini schiacciatori, Nannini e Riviera centrali con l'eterno Grassini libero. Risponde la Videx con Cecato in regia ed Hendriks opposto, Tomassetti e Salgado al centro, Vecchi e Thiaw in banda con Gabbanelli libero. La gara vive di sussulti e di strappi, ma è più o meno sempre Grottazzolina a tenere in mano le redini dell'incontro nel primo parziale, condotto dall'inizio (8-5 e 16-12) fino al 25-20 finale. L'assenza di Paris si sente ma è ben sopperita da Thiaw e dal duo Vecchi-Hendriks, in serata di grazia. Al cambio di campo si vede subito che Massa non ci sta a fare da vittima sacrificale, e con un Cannistrà a tratti immarcabile la compagine di Masini si rifà sotto pericolosamente: solo due lunghezze di vantaggio al primo tempo tecnico (8-6), che diventano tre a metà parziale (16-13) per poi tornare ancora due sul 21-19 restando tali fino alla fine, con la Videx che chiude sul 25-23 con un Ricky Vecchi formato "monstre" per l'occasione. Il terzo parziale vede la M&G che, sull'onda dell'entusiasmo, riparte subito col piede sull'acceleratore: l'8-5 porta ancora la firma di Vecchi, ma è poi un super Hendriks ad aumentare il gap a favore dei suoi fino al 16-9. Cannistrà è davvero l'ultimo ad arrendersi dei toscani, ma contro questo "cuore Videx" è realmente difficile combattere ad armi pari: il 21-12 certifica un dominio piuttosto netto di Cecato e compagni, fino al sontuoso 25-15 finale su primo tempo di Tomassetti che libera l'urlo di un Palas comunque foltissimo nonostante il sabato di Carnevale. Tre punti di platino in casa M&G, frutto di un gruppo straordinario che ha saputo cementarsi ancor di più nelle difficoltà, tanto da rendere difficilissima la scelta di un migliore in campo per l'intensità e l'efficacia di squadra messe in mostra stasera: ciononostante, se proprio volessimo fare un nome, noi ci sentiamo di inneggiare quello di Simone Gabbanelli, perché dopo un inizio di settimana difficile per via dell'influenza chiudere un big match col 93% in ricezione è realmente un dato statistico surreale. Se la perfezione non esiste, Simone ci è comunque andato realmente molto vicino, chapeau!

Pin It
Studio 7 TV

Video

seguici su facebook

coming soon

FOX magazine

Meteo Marche

sempre con te

 

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google