<

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google

Buio in casa Videx, Castellana Grotte fa sua la partita 

Contro una Materdomini perfetta e concreta, la Videx gioca una delle peggiori partite stagionali e chiude con una sconfitta senza appelli che, aldilà dei meriti indiscussi dei pugliesi, l’ha vista sempre inseguire e mai con il giusto atteggiamento.

Grottazzolina – La sesta di ritorno del Girone Blu ripropone un grande classico delle ultime stagioni, ovvero “la disfida delle Grotte”, incrocio che tantissime volte ha visto fronteggiarsi Materdomini e Videx, con risultati alterni ed alterne fortune. Rispetto alla gara d’andata, che vide vincente la formazione marchigiana al quinto set, sono però due le novità in campo oggi, una per parte: Castellana si è infatti rinforzata con Matteo Bertoli, ex Spoleto nella prima parte di stagione a Tuscania; Grottazzolina invece ha un Valdir in più da buttare nella mischia. Come nella gara di andata, in ogni caso, si tratta di uno scontro “ad alta quota”, con in palio punti “pesanti” per rientrare nel novero delle “fantastic four” che si giocheranno i play off.

In campo – Coach Castellano si affida alla formazione tipo, con il giovane Longo in regia e l’espertissimo Cazzaniga opposto, Fiore e Bertoli laterali con Patriarca e Gargiulo al centro e Battista libero; un’alternanza perfetta di esperienza e freschezza, affidata alla sapiente mano di Maurizio Castellano. Coach Ortenzi risponde con la diagonale Marchiani – Sequeira (all’esordio da titolare), Vecchi in banda in coppia con Centelles, Gaspari e Cubito al centro e Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

La gara – E’ di Riccardo Vecchi il servizio che apre il match, Valdir la mette giù in contrattacco con un pallonetto; il sorpasso di Castellana arriva però sul 2-3 con Patriarca, lesto a trasformare un ottimo servizio di Fiore. L’equilibrio iniziale si mantiene più o meno costante, Fiore in diagonale porta però i pugliesi per primi a quota otto, con Patriarca che sigla il primo break significativo con due punti consecutivi per il 7-10. Il punto del 10-11 è una magia di Marchiani, che ad una mano serve perfettamente Sequeira lasciandolo senza muro ad inchiodare palla a terra; la Videx è però fallosissima al servizio (tre gli errori consecutivi) e la parità arriva solo a quota 14 con un pallonetto “al miele” di Vecchi. Il time out di Castellano sveglia la Materdomini, che con Fiore ritrova il +2 costringendo coach Ortenzi a fare altrettanto; parità a quota sedici con Centelles positivo in contrattacco. Castellano pesca il jolly dalla panchina, mettendo Mazzon al servizio che mette in difficoltà la ricezione locale; il primo tempo out di Cubito regala nuovamente il +2 alla formazione ospite, Bertoli mette giù il 18-21. La Materdomini, al contrario della Videx, serve molto bene e questo le porta notevoli vantaggi (20-23); Grottazzolina di contro regala tantissimo e su un’invasione dona agli ospiti il primo set point. Gaspari a muro annulla il primo tentativo pugliese (gran difesa di Valdir nell’occasione), il palleggiatore Longo allora la butta giù di seconda intenzione per il 22-25 che porta al cambio di campo.

Il secondo set si apre con due errori di Valdir (invasione e muro subito), Gaspari la mette giù dal centro e con un ottimo servizio propizia subito il 3-2, che Cubito trasforma in +2 al termine di un’azione lunga e spettacolare. Castellana dimostra di essere in gran serata, Fiore serve bene e la ribalta nuovamente sul 5-6; 8-6 Videx con l’ace di Centelles che costringe la Materdomini al time out. Al rientro però il cubano pesca un’altra battuta vincente che costringe Castellano a sostituire Bertoli con Mazzon, 11-8 quando l’ex Brescia si porta al servizio sparando out; Patriarca dal centro è inarrestabile, Centelles non trova il tocco del muro e sul 13 pari è coach Ortenzi a fermare il gioco, con i suoi che faticano parecchio a trovare soluzioni vincenti. La parità si mantiene fino a quota 15 finché Cazzaniga non trova il punto diretto sulla sua specialità, il servizio; la ricezione Videx fatica oltremodo e sul 18-20 Ortenzi prova nuovamente a fermare il gioco per tentare il recupero. Calarco entra per Sequeira, ma Gargiulo per due volte consecutive trova l’ace aiutato dal nastro; Grottazzolina finisce nel pallone e senza capirci granché si ritrova sotto di quattro, 19-23. Vecchi prova con un ottimo servizio a risvegliare i suoi ma Battista in ricezione in tuffo è perfetto ed i pugliesi si portano sul set point; Patriarca mette fine ai giochi con l’ennesimo primo tempo vincente senza appello.

Nel terzo set si riparte con Calarco in campo, ma il parziale inizia come si era chiuso, con Patriarca vincente dal centro; Castellana riparte con Bertoli in campo ed è lui a metter giù il 2-3. Calarco a muro sigla il 4-4, 5-7 però quando Centelles manda la palla di là in palleggio favorendo il contrattacco di Gargiulo; nella Videx ciò che lascia basiti non è però tanto la difficoltà nel mettere palla a terra, quanto l’atteggiamento spento e remissivo. Gaspari interrompe la striscia positiva pugliese sul 6-9, poi però sbaglia il servizio; un ace e mezzo di Centelles riavvicina invece la Videx, che impatta a quota 11 con l’errore grossolano di Cazzaniga in rigiocata. Nuovo vantaggio Materdomini sul 13-14 (muro di Cazzaniga su Vecchi), Calarco per due volte riporta i suoi in parità fino al nuovo errore dell’opposto ospite per il 17-16; Castellana fa il suo con ordine e sull’errore di Centelles torna in vantaggio (18-19). Il cubano serve bene e si fa perdonare riportando la Videx in vantaggio (20-19), la rigiocata che poteva segnare un break importante è però disputata in maniera più che grossolana, e da una situazione totalmente favorevole ecco i muri di Patriarca e Bertoli per il 20-22, cartina tornasole di una M&G davvero poco lucida nel gestire le poche occasioni concesse da una Materdomini pressoché perfetta. La partita, di fatto, si chiude qui, c’è solo il tempo di raccontare un erroraccio di Sequeira appena entrato al servizio ed un ace di Marchiani, arrivato però quando oramai c’era davvero poco da fare.

L’ultimo attacco del match capita nelle mani di Centelles, che però colpisce in maniera goffa regalando l’ennesimo punto ad una formazione che oggi, realmente, non ne aveva alcun bisogno; la gara si chiude dunque come peggio non si poteva, mettendo però in luce una Materdomini che, va riconosciuto, oggi è stata davvero troppo troppo superiore in ogni fondamentale. Per la Videx è invece tempo per riflettere, un periodo storto non deve “minare” quanto di buono fatto sinora ma, certamente, urge quanto prima tornare al sorriso perché le facce viste in campo stasera non erano sicuramente facce di chi si sta “divertendo nel giocare”.

Il tabellino: M&G Videx Grottazzolina - Materdominivolley.it Castellana Grotte 0-3

M&G Videx: Cubito 5, Vecchi 8, Centelles 11, Gaspari 6, Sequeira 8, Marchiani 1, Romiti (L1) 50%, Minnoni, Romagnoli, Pulcini, Calarco 4. N.e.: Di Bonaventura, Vallese (L2). All. Ortenzi All2. Pison

Materdominivolley.it Castellana Grotte: Fiore 9, Longo, Gargiulo 7, Patriarca 13, Bertoli 9, Cazzaniga 16, Battista (L) 54%, Campana, Primavera, Mazzon. N.e.: Floris, Di Carlo, Pilotto. All. Castellano All2. Castiglia

Arbitri: Guarnieri - Carcione
Parziali: 22-25 (26’), 20-25 (30’), 23-25 (28’).
Note: Videx: errori in battuta 12, ace 4, muri vincenti 4, ricezione 53% (26% perf.), attacco 40%. Materdomini: errori in battuta 15, ace 3, muri vincenti 6, ricezione 42% (24% perf.), attacco 62%

Pin It
Studio 7 TV

Video

seguici su facebook

coming soon

FOX magazine

Meteo Marche

sempre con te

 

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google