<

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google

Con la rassegna letteraria “I Giorni Della Merla” va in scena “L’inverno del nostro scontento

un’iniziativa di Macerata Racconta curata da Loredana Lipperini e Lucia Tancredi

Inizia la nuova stagione targata Macerata Racconta con la quarta edizione del piccolo festival d’inverno “ I giorni della merla”, patrocinato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Macerata, con tre originali e suggestivi appuntamenti, dal 25 al 27 gennaio, curati e ideati da Loredana Lipperini e Lucia Tancredi, che hanno scelto come titolo che lega i tre incontri “L'inverno dello scontento”, citando il noto romanzo di Steinbeck, che a sua volta rimanda al primo verso del dramma shakespeariano Riccardo III: L'inverno del nostro scontento.
La rassegna è stata presentata alla stampa dall’assessore alla Cultura Stefania Monteverde, dal direttore artistico di Macerata Racconta Giorgio Pietrani e dalla curatrice della rassegna Lucia Tancredi.
“Lo Sferisterio d’inverno, i libri, i racconti, la musica: sono questi gli ingredienti di incontri tanto partecipati e suggestivi. Un appuntamento atteso – ha affermato l’assessore alla Cultura Stefania Monteverde - che ci riporta dentro l’amato Sferisterio grazie a Lucia Tancredi e Loredana Lipperini, bravissime nel mescolare suggestioni, e a Macerata Racconta infrastruttura culturale del territorio. La collaborazione con la Società dei Cento Consorti rafforza il progetto con una continua opera di valorizzazione a ricordo dei cittadini che investirono in un bene pubblico di così grande valore. Macerata riconosciuta dal Ministero con il titolo Città che Legge, si ritrova ancora una volta a leggere insieme. Una bella comunità!”
E’ partito da un rapporto del Censis il direttore artistico di Macerata Racconta Giorgio Pietrani, che descrive il periodo che viviamo attualmente, come di un periodo di rabbia e di rancore “ e questo - ha detto il membro dell’associazione conTESTO – è un aspetto che vogliono approfondire e che ci ha ispirato il tema della prossima edizione di Macerata Racconta ovvero “La deriva”. Vogliamo capire se c’è una via possibile per un approdo felice e per farlo ci affidiamo, come nel caso della rassegna ‘I giorni della merla’ alla letteratura per superare il buio dell’inverno”.
Quest’anno alla realizzazione del festival contribuisce anche la Società Civile dello Sferisterio Eredi dei Cento Consorti ricordando come il prestigioso monumento sia nato con la funzione di essere un forte aggregante sociale in nome della bellezza e della condivisione della cultura. Presente alla conferenza stampa il presidente della Società, Walfrido Cicconi che ha ricordato le origini della celebre arena maceratese.
“Se i tempi sono stretti, incombono pressioni politiche, ristrettezze economiche e si reagisce condividendo sentimenti di frustrazione, rabbia ed uno scontento generale, - ha detto Lucia Tancredi presentando il programma del festival - ne fa le spese l'inverno che, invece, è la stagione del fuoco, della comunità che si raccoglie attorno alle storie le quali, da sempre, sono l'antidoto migliore contro tutti i rigori.”
Tre scrittrici di grande profilo, ha detto, evocheranno mondi reali e possibili: venerdì 25 gennaio ci sarà Evelina Santangelo, autrice del romanzo dell'anno per la trasmissione Fahreneit “Da un altro mondo”, aiuterà a trovare le parole per comprendere l'ombra che cammina a fianco con la realtà, quella dei fantasmi e delle memorie.
Sabato 26 gennaio sarà la volta di Romana Petri, autrice con l'editore Rrose Sélavy del racconto “ Devo scegliere chi sognerà per me” , che parlerà della narrativa di Jack London, dei lunghi freddissimi inverni come vigilia della vita da adulti. Infine, domenica 27 gennaio a chiudere il festival sarà Sandra Petrignani, che rende omaggio alla grande scrittrice Natalia Ginzburg con l'ultima biografia, “ La corsara”, finalista del premio Strega 2018, nella quale si mette in luce la ricchezza della vita, l'umana resistenza, la ricerca della verità di una delle più grandi interpreti del nostro tempo.
Ogni serata sarà accompagnata dalle suggestioni evocate dalle parole di Rosetta Martellini, Pamela Olivieri, Giorgio Valente e dalle musiche di Serena Abrami, Fabio Capponi, Andrea Mei e Marco Fermani.
La sala dell’ex cinema Sferisterio sarà il teatro dei tre pomeriggi invernali maceratesi che si svolgeranno sempre alle, ore 17,30.
Informazioni: i tre incontri sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti. Il programma completo e le schede degli incontri sono disponibili nel sito www.igiornidellamerla.it e sulla pagina facebook di Macerata Racconta. Per ulteriori informazioni si può scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .

Pin It
Studio 7 TV

Video

seguici su facebook

coming soon

FOX magazine

Meteo Marche

sempre con te

 

twitter roundedinsta roundedrounded youtuberounded google