Magazine di informazione, musica e spettacolo - curato da Radio Studio 7

14-04-2018 Cingoli: all'Avenale il derby con Moscosi

moscosi avenale

L’Avenale vince il derby di Cingoli più importante della stagione e vola in finale play-off di Serie C2 girone B. I ragazzi di Del Bianco hanno battuto 3-4 il Moscosi, al termine di una gara equilibrata e ricca di emozioni. Il pubblico del PalaQuaresima ha risposto presente, con la tribuna piena in ogni ordine di posto con circa 400 spettatori. Nel primo tempo l’Avenale gioca meglio e, nonostante lo svantaggio iniziale, riesce a portarsi poi avanti di due reti. Nei minuti dieci minuti iniziali, capitan Marrocchi è scatenato ma non riesce a centrare la porta in tre occasioni, colpendo solo l’esterno della rete. Al 8’, Soverchia è attento su Tonini. Dall’altra parte, Beccacece in slalom tra i difensori prova il tiro da fuori, Del Mastro respinge in rimessa laterale.

,Il portiere del Moscosi è attento sulla bordata di Campana da lontano. Al 17’ Marchegiani in contropiede non riesce a concretizzare davanti al Del Mastro, anche se la panchina e la tribuna lamentavano un fallo sul giocatore. Sul ribaltamento di fronte, arriva il vantaggio dei Lupi: Galeazzo batte preciso il calcio d’angolo verso Tonini che, a porta vuota, realizza l’1-0. La reazione di Marrocchi e compagni non si fa attendere: Del Mastro respinge sulla percussione di Campana, poi compie un pasticcio con un suo difensore dopo un cross di Beccacece, la palla carambola su Marchegiani, il quale pareggia i conti. 1-1. Il Moscosi prova a tornare avanti con un bel tiro di Meschini da fuori, Soverchia ci arriva in due tempi; dall’altra parte Campana, su passaggio di Beccacece, trova solo l’esterno della rete. Al 27’ Lazarevic batte una cannonata centrale da punizione, Soverchia respinge sulla traversa. E’ l’Avenale a tornare in vantaggio, quando, al 30’, Beccacece batte una grande punizione che sorprende Del Mastro. In pieno recupero, ancora Beccacece tira da posizione impossibile dai 25 metri sulla destra, il portiere del Moscosi non vede partire la palla e viene beffato sul palo più vicino. Il primo tempo termina 1-3 in favore dell’Avenale. Nella ripresa cresce il Moscosi, che riesce a pareggiare il match; a 7’ dalla fine, però, arriva la doccia fredda.
Passano due minuti e Tonini, sfruttando una respinta di Soverchia sulla conclusione di Galeazzo, realizza il 2-3. Al 34’, Marrocchi compie una gran girata dal limite dell’area e scaraventa la sfera sul palo. Il pareggio arriva al 38’, quando Lazarevic riceve palla sulla fascia, controlla e fa partire un missile che Soverchia non può parare. Sul 3-3 il Moscosi prova a compiere il sorpasso: Claude Gigli trova solo l’esterno della rete, Marco Tonini si vede respingere due volte le conclusioni da un reattivo Soverchia. La partita è divertente, con le due squadre che non si risparmiano. Al 47’ ci prova Lazarevic da calcio da fermo, la palla finisce a lato con l’illusione del gol dalle tribune. Soverchia compie poi tre grandissime parate nel giro di un minuto, su Martin Meschini (2 volte) e su un rasoterra al fulmicotone di Lazarevic. Dall’altra parte Passarelli trova solo l’esterno della rete. Al 53’, arriva la zampata che decide la gara. Marrocchi in area tira addosso a Del Mastro, il pallone finisce indietro verso la porta, dove Matteo Campana mette il piede e realizza il 3-4, tra l’entusiasmo della curva di Avenale. Marrocchi prova l’allungo decisivo, ma Del Mastro devia in corner. Nel finale, il Moscosi cerca in tutti i modi il pareggio, ma Soverchia compie ancora una volta gli straordinari e sventa tutti i tentativi dei lupi. Nella confusione finale, Galeazzo viene espulso dai direttori di gara. Avenale batte 3-4 il Moscosi, facendo esplodere la gioia dei propri sostenitori al termine di una partita equilibrata dal primo all’ultimo minuto. La squadra di Del Bianco, trascinata da Beccacece e Marrocchi, riscatta un finale di campionato poco esaltante. Simone Soverchia merita il titolo di man of the match, per le tante e decisive parate compiute. I Lupi di Palmieri escono comunque con gli applausi del PalaQuaresima; dopo aver sognato la Serie C1 diretta, due sconfitte in quattro giorni hanno chiuso nel peggiore dei modi una stagione che resta comunque storica, con il primo posto al termine della stagione regolare; non è bastata la prestazione maiuscola di Marco Tonini. Ora l’Avenale affronterà il Montelupone per la finale play-off del girone B; la vincente, approderà al triangolare finale con le vincenti dei play-off degli altri giorni. Intanto, Avenale si prende la corona di Cingoli per quanto riguarda la Serie C2. 

Moscosi 3-4 Avenale (1-3) – articolo di Giacomo Grasselli
Marcatori: 18’ Tonini (M), 19’ Marchegiani (A), 30’ e 30’ + 1’ Beccacece (A); 32’ Tonini (M), 38’ Lazarevic (M), 53’ Campana (A)
MOS: Del Mastro, Tonini 2, Meschini, Calvisi, Tobaldi, Gigli, Galeazzo, Lazarevic 1, Gagliardini, Ciciliani, Bruni, Mercanti. All. Palmieri
AVE: Soverchia, Scatizza, Mazzieri, Marchegiani 1, Campana 1, Marrocchi, Beccacece 2, Cavalletti, Cappella, Passarelli. All. Del Bianco
Arbitri: Fagiani e Gigli di Macerata
Falli: 1-3; 3-3
Angoli: 12-7
Ammoniti: Mazzieri, Beccacece, Gigli, Passarelli, Galeazzo, Cavalletti, Marrocchi
Espulso al 63’ Galeazzo per proteste
Allontanato a fine primo tempo il dirigente dell’Avenale Mauro Maccioni per proteste
Spettatori: circa 400

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

News Sport Maceratese

Il meteo

Meteo Marche

Coming soon