Magazine di informazione, musica e spettacolo - curato da Radio Studio 7

18-02-2018 Coppa Italia di Pallamano - Finale 7° posto Cingoli-Trieste

cingoli trieste

Cingoli 23-25 Trieste (14-12) – articolo di Giacomo Grasselli
Cingoli: Gentilozzi, Nuccelli, Barigelli, Ilari 2, Gambini, Nocelli 4, Grasselli, Arcieri 8, Camperio 1, Trillini 2, Matijasevic 3, Mangoni, Strappini 3, Russo. All. Nocelli
Trieste: Doronzo, Bragagnolo, Muran 5, Sodomaco, Sandrin 2, Tocchetto, Crespo 4, Modrusan, Di Nardo, Carpanese, Hrovatin, Visintin 2, Udovcic 9. All. Oveglia
Arbitre: Rosca – Merisi

CONVERSANO (BA) – Termina all’ottavo posto l’avventura della Polisportiva Cingoli alle Final Eight di Coppa Italia di pallamano maschile al Pala San Giacomo di Conversano. I cingolani hanno perso la finale per il 7° posto contro Trieste con il risultato di 23-25, al termine di una partita combattuta dall’inizio alla fine. La Nocelli’s Band esce a testa altra dall’incontro, dopo essere stata a lungo in vantaggio contro i triestini, padroni dell’albo d’oro della competizione con 6 successi e squadra più titolata d’Italia con 17 scudetti.

Nel primo tempo, dopo un’iniziale equilibrio, Cingoli prova a prendere il largo. Sul 2-2, Trieste va in doppio vantaggio con Udovcic e Sandrin, ma Ilari e Matijasevic ristabiliscono il 4-4. Campana colpisce un palo, Arcieri non sbaglia, 5-4. Udovcic pareggia i conti all’11’. Visintin risponde ad Arcieri, 6-6. Il palo nega a Muran il vantaggio di Trieste. Cingoli ne approfitta portandosi a +2, con le reti di Arcieri e Nocelli, in mezzo ci sono due parate reattive di Gentilozzi. Udovcic accorcia, ma doppio Arcieri e Camperio firmano il +3 (10-7). Il Trieste è duro a morire, così Muran e Crespo riportano sotto la squadra giuliana (11-10). Strappini e Nocelli piazzano nuovamente il +3, però Crespo segna il 14-12 che chiude il primo tempo. Nella ripresa il Trieste piazza un break iniziale di 1-3, costringendo la Polisportiva Cingoli a rincorrere. Strappini risponde a Udovcic, 15-13. Muran, Sandrin e Udovic consegnano il vantaggio ai triestini, con Sandrin che sbaglia anche un 7 metri (15-16). Matijasevic pareggia, ma una doppietta di Crespo piazza il +2 (18-20). Arcieri riporta in parità la sfida sul 18-18. Trieste è concentrato e realizza il +3 per il 18-21. Cingoli non ci sta e rimonta fino al 20-21 con Ilari e Strappini, anche se Arcieri colpisce una traversa dai 7 metri. Muran fa 20-22, tuttavia la Polisportiva piazza un break di 3 reti con Arcieri e due rigori di Trillini che la riporta in vantaggio sul 23-22. Modrusan compie diversi interventi decisivi e Gentilozzi ipnotizza due volte Muran. Una serie di decisioni arbitrali discutibili lasciano Cingoli in inferiorità numerica, così gli avversari ne approfittano, vincendo la partita con tre reti di fila firmate Udovcic (2) e Carpanese; sul 23-23, Mangoni colpisce un palo.
Finisce 23-25 la finale per il 7° posto tra Cingoli e Trieste. La partita, arbitrata dalle direttrici di gara Rosca e Merisi, è stata equilibrata ed emozionante. La Polisportiva chiude la Coppa Italia con la consapevolezza di poter ancora migliorare molto, ma la strada intrapresa da mister Nando Nocelli è quella giusta. I triestini evitano il cucchiaio di legno, che non avrebbe meritato nessuna delle due squadre. Top scorer della gara Udovcic con 9 reti, seguito da Arcieri a 8. E’ stata una grande prova collettiva per Camperio e compagni, anche se non è arrivata la vittoria. Archiviata la Coppa, ci si rituffa nel campionato di Serie A Maschile. Nel prossimo weekend iniziano i Playoff Scudetto con squadre del calibro di Bolzano e Pressano, finaliste di Coppa Italia, Bologna, Fasano e Conversano, che Cingoli sfiderà Sabato 24 Febbraio al PalaQuaresima alle ore 18.00. Per coronare una stagione magica per la società del Balcone delle Marche.

Seguici su Twitter

Seguici su Facebook

News Sport Maceratese

Il meteo

Meteo Marche

Coming soon